Ortodonzia invisibile

dr. Deodato - Bari

Ortodonzia: puoi riallineare i tuoi denti!

  • articolo a cura del Dr. Enrico Deodato

Avere una buona dentatura vuol dire:

  • non incorrere in particolari patologie parodontali (avere denti storti, non permette di effettuare una buona igiene orale, presupposto fondamentale per non incorrere in infiammazioni gengivali);
  • non avere problemi di masticazione e di fonazione (un disallineamento dentale non permette una corretta masticazione);
  • non soffrire di forti mal di testa, di disturbi alla schiena, di squilibri posturali, di disturbi alla vista ed all'udito.
  • non avere problemi di estetica (avere un sorriso sano e bello è sinonimo di successo e di autostima).

Chi avrebbe mai pensato che un dente “storto” potesse provocare tanti disturbi? Eppure è proprio così.
L’Ortodonzia è una branca dell’Odontoiatria che si occupa dello studio, della diagnosi e della cura delle malocclusioni, difetti di allineamento dentale. Oggi grazie a questa nuova disciplina è possibile far crescere correttamente i denti dei più piccoli ed allineare quelli degli adulti.
Le malocclusioni possono essere prodotte sia da particolari anomalie, che si verificano nel posizionamento e nello sviluppo dei denti, sia da alterazioni nella formazione ossea mandibolo-mascellare.
Solitamente, l’Ortodontista, dopo accurati esami radiologici della bocca, suggerisce il trattamento ortodontico più idoneo e più efficace da seguire.
Gli obiettivi dell’Ortodonzia sono:

  • portare benefici a tutto il sistema articolo-mandibolare;
  •  ottenere un corretto allineamento dentale;
  •  favorire un perfetto equilibrio tra la funzione masticatoria, la salute dentale e l’estetica del sorriso.

Quando è necessario un trattamento ortodontico?
Una volta terminati gli esami preliminari ed individuata la causa della malocclusione, lo specialista può consigliare uno specifico trattamento ortodontico:

  • Se il paziente presenta i denti frontali superiori, eccessivamente sporgenti rispetto a quelli inferiori;
  • Se il paziente ha i denti superiori che non combaciano con quelli inferiori, durante la chiusura della bocca (Morso incrociato);
  • Se il paziente presenta il caso del Morso aperto, in cui c’è la presenza di uno spazio tra la superficie masticatoria ed i denti superiori e/o laterali nella chiusura dei denti posteriori;
  • Se il paziente ha il centro dei denti superiori frontali che non è in linea con quello dei denti frontali inferiori;
  • quando c’è troppo spazio tra denti;
  • Se il paziente presenta un evidente affollamento nella cresta dentaria.

Trattamenti ortodontici fissi e mobili
Per riallineare i denti e correggere alcune malformazioni mandibolari è possibile ricorrere all’uso di vari apparecchi ortodontici, sia fissi che mobili, che generano forze di trazione/pressione, per un corretto posizionamento dei denti.
La gravità del problema permette di individuare il trattamento ortodontico più idoneo da seguire.

Gli apparecchi fissi vestibolari (esterni) sono costituiti da fasce, fili ed attacchi (brackets) in ceramica o metallo. I fili attraverso i sostegni, permettono di fissare le fasce intorno ai denti.

Nell’ortodonzia fissa linguale, invece, i gancetti sono applicati sulla superficie interna dei denti (verso la lingua). È una tecnica di ultimissima generazione che, dopo un’accurata pianificazione al computer, permette di pre-visualizzare il risultato finale.
Il dispositivo fisso, in entrambi i casi, crea una leggera pressione o trazione, che gradualmente tende a spostare i denti nella posizione corretta. Questo tipo di trattamento richiede controlli mensili, durante i quali lo specialista monitora l’andamento dei risultati previsti ed aumenta, se necessario, la trazione del filo metallico. Gli apparecchi fissi sono realizzati con materiali leggeri e poco invasivi. In molti casi è possibile anche sceglierne il colore. Una soluzione semplice e divertente che permette di personalizzare il proprio dispositivo.
Gli apparecchi fissi, esterni o linguali, possono essere applicati e rimossi solo dall'ortodontista.
Esistono anche apparecchi ortodontici fissi speciali che servono per correggere alcune abitudini sbagliate, come quella di succhiare il pollice, o di spingere i denti con la lingua.
Gli apparecchi mobili, invece, comprendono diversi tipi di dispositivi. Esistono:

  • Gli Allineatori che sono molto utilizzati dagli adulti, come alternativa agli apparecchi tradizionali. Non prevedono né ponti, né supporti in metallo. Non comportano particolari irritazioni. Sono mascherine in polimero trasparente, rimovibili autonomamente dal paziente. È bene rimuoverle sempre durante i pasti e l’igiene orale.  Il trattamento Invasilign permette, tramite la moderna tecnologia, di programmare lo spostamento che si vuole raggiungere. Ogni singolo dispositivo è pensato per spostare i denti di pochissimi millimetri nell’arco di 7 giorni, dopo i quali ogni mascherina viene sostituita dalla successiva, fino a quando i denti non raggiungono la posizione corretta. Attraverso il trattamento Invasilign molti pazienti hanno ottenuto risultati efficaci e duraturi nel tempo.
  • L’Apparecchio mobile per lo spazio interdentale, che è costituito da una base acrilica che riveste la mascella. Presenta ramificazioni di metallo che permettono di mantenere lo spazio tra i denti interessati.
  • Gli Apparecchi per il riposizionamento della mascella permettono di migliorare il movimento di apertura e chiusura di tutta la bocca, sfruttano l’azione dei muscoli masticatori. Sono molto utilizzati nei piccoli pazienti. Per ottenere buoni risultati, è necessario portare l’apparecchio per il numero di ore prescritto dallo specialista. È possibile toglierli durante i pasti, per consentire una giusta masticazione ed un corretto mantenimento dell’igiene orale.
  • I Separatori di labbra e guance sono studiati appositamente per alleggerire la pressione delle labbra e delle guance sui denti.
  • L’Espansore del palato è un dispositivo ortopedico intra-orale fisso, realizzato in plastica, molto utile per allargare l’arco mascellare superiore.
  • Gli Apparecchi mobili di mantenimento sono utilizzati per prevenire abitudini sbagliate, come quella di succhiarsi il pollice.
  • La Cuffia serve per rallentare la crescita della mascella superiore e mantenere i denti posteriori in posizione, tirando indietro i denti anteriori. Viene posizionata una cinghia dietro alla testa, legata ad un filo metallico che arriva fino ai denti frontali. In questo caso di parla di Ortopedia dei mascellari. Sono dispositivi molto efficaci, che devono essere portati solo quando si è in casa, quindi non comportano alcun danno o disagio dal punto di vista estetico.
Dr. Enrico Deodato

Dr. Enrico Deodato

Iscrizione all'Albo degli Odontoiatri della provincia di Bari N. 873


Dr. DEODATO Enrico - Via Martin Luther King, 37 - 70124 Bari - Poggiofranco → PI 03964800720
declino responsabilità | privacyenricodeodato@gmail.com

Iscrizione all'Albo dei Medici Chirurghi della Provincia di Bari N. 8427 - Iscrizione all'Albo degli Odontoiatri della provincia di Bari N. 873
Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università Degli Studi di Bari nel 1987.
Tutte le informazioni pubblicate nel presente sito web sono diramate nel pieno rispetto delle linee guida del Codice di Deontologia Medica sulla "Pubblicità dell'informazione sanitaria" del 06/04/2007.
AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non devono essere intese come sostitutive del parere clinico del medico, pertanto non vanno utilizzate
come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via e-mail vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento.
La visita medica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.



© 2015. «powered by Dentisti Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.