Implantologia dentale

dr. Deodato - Bari

Implantologia dentale

  • articolo a cura del Dr. Enrico Deodato

L’ impianto è formato da una vite, in titanio inserita nell’osso mascellare per sostituire una radice dentaria andata persa. Su questo pilastro artificiale verrà successivamente fissata una protesi dentaria. La tecnica dell’impianto consente di sostituire un dente singolo, ripristinare un’arcata dentale interrotta oppure un’arcata dentale accorciata, oppure fissare un intero.

Il successo della terapia implantologica è subordinato al buono stato di salute generale del paziente, al tessuto osseo sufficiente e di buona qualità nelle mascelle e alla perfetta igiene orale.

Già prima degli anni ’60 anche in Italia alcuni dentisti si erano cimentati, con incostante  successo, a mettere delle viti metalliche nelle zone edentule dei mascellari, attirandosi gli strali della comunità scientifica dell’epoca. Negli anni ’60 è uno svedese il Prof. Branemark che apre la strada alla moderna implantologia con la messa a punto di un protocollo clinico con cui poter ottenere la vera osteointegrazione che è il principio per la corretta implantologia. Nell’implantologia si usa Il titanio che è un materiale biocompatibile non subisce alcuna alterazione chimico-fisico a contatto con i tessuti vitali  e per questo è da sempre IL metallo di cui sono costituite gran parte delle protesi ortopediche.

Oggi si ricorre all'implantologia ogni volta che è possibile nei casi di edentulismo totale e parziale, perché questa tecnica ha raggiunto livelli di sicurezza ed affidabilità di risultato, talmente importanti da renderla la strada ottimale

Grazie all’uso di dispositivi sia diagnostici che esecutivi di altissimo livello tecnologico, abbiamo la possibilità nel nostro studio, ogni volta che la tipologia di intervento lo consente, di eseguire interventi a “carico immediato” all on 4 e all on six , ed interventi di implantologia tradizionale.

L’approccio alla terapia implantologica viene eseguito attraverso un approfondito colloquio ed una visita preliminare con esame obiettivo extra-orale a cui segue  l’esame obiettivo intra-orale e per ultimo passo della diagnosi, l’analisi della occlusione.

La valutazione degli elementi dentali mancanti, della dentatura residua e  del suo stato di conservazione rappresentano indubbiamente i primi elementi diagnostici rilevabili a livello orale. La valutazione del tessuto parodontale e degli elementi dentali residui con la consueta misurazione degli indici di placca, di infiammazione gengivale e di sanguinamento. È fondamentale in questa fase valutare la quantità e la disposizione della gengiva aderente nelle aree edentule in quanto la stessa diventerà, se opportunamente gestita, la gengiva aderente peri-implantare da cui molto spesso dipende la prognosi a lungo termine delle riabilitazioni implanto-protesiche. La mancanza di una quota anche minima di gengiva aderente periimplantare, soprattutto se associata a tessuti molli mobili, ci fanno pensare ad uno stato infiammatorio peri-implantare cronico che in alcuni casi può sfociare in peri-implantite con perdita ossea fino alla perdita vera e propria dell’impianto.

Nel nostro studio poniamo particolare attenzione  al trattamento preventivo di tutte le forme di malattia parodontale PRIMA di procedere all’inserimento degli impianti

È importante inoltre valutare il grado di apertura della bocca, dal momento che l’inserimento degli impianti nei settori posteriori richiede una certa quantità di spazio e nei casi in cui vi siano difetti di apertura ci possono essere serie difficoltà operative

Brånemark aveva codificato il suo protocollo chirurgico prevedendo un periodo di 4-6 mesi in cui l’impianto rimanesse inerte ,“seppellito”nell’osso sotto la gengiva in modo da favorire quella migrazione delle cellule ossee sulla superficie del titanio che sta alla base della  osteointegrazione

Oggi in virtù dello sviluppo tecnico e tecnologico possono lavorare con tempi molto inferiori e ottenere lo stesso risultato sia per la mandibola che per la mascella. Quando abbiamo  siti implantari con spessori e qualità d’osso adeguati, è possibile entrare dal dentista senza denti e uscire con i denti nuovi. Per etica professionale è bene ricordare che la medicina il risultato non è mai al 100%, ma il medico serio, in base alle caratteristiche e ai desideri del paziente valuta e formula i trattamenti più adatti e con il più alto tasso di predicibilità: poi il paziente dovrà scegliere dando il proprio consenso informato.

Dopo l’effetto dell’anestesia locale, si potrebbe avvertire indolenzimento della gengiva e dell’osso che tende a scomparire con l’uso di adeguati antidolorifici. Il dentista fornirà le indicazioni terapeutiche necessarie e la necessaria copertura antibiotica. L’intervento di implantologia oggi piò essere completamente guidato dal computer grazie alla simulazione preventiva e anche se rimane il più invasivo tra le tecniche odontoiatriche, ha però il grande beneficio della durata eterna!  Gli impianti hanno una vita eterna SE viene effettuata una corretta igiene domiciliare e professionale regolare.

Dr. Enrico Deodato

Dr. Enrico Deodato

Iscrizione all'Albo degli Odontoiatri della provincia di Bari N. 873


Dr. DEODATO Enrico - Via Martin Luther King, 37 - 70124 Bari - Poggiofranco → PI 03964800720
declino responsabilità | privacyenricodeodato@gmail.com

Iscrizione all'Albo dei Medici Chirurghi della Provincia di Bari N. 8427 - Iscrizione all'Albo degli Odontoiatri della provincia di Bari N. 873
Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università Degli Studi di Bari nel 1987.
Tutte le informazioni pubblicate nel presente sito web sono diramate nel pieno rispetto delle linee guida del Codice di Deontologia Medica sulla "Pubblicità dell'informazione sanitaria" del 06/04/2007.
AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non devono essere intese come sostitutive del parere clinico del medico, pertanto non vanno utilizzate
come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via e-mail vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento.
La visita medica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.



© 2015. «powered by Dentisti Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.